La Presbiopia è un disturbo visivo caratterizzato dalla difficoltà di vedere nitidamente gli oggetti vicini ed è considerato fisiologico in quanto strettamente legato all’età; i primi sintomi, infatti, insorgono tra i 40 e i 45 anni. Ciò è causato dalla diminuzione di elasticità del cristallino, con conseguente riduzione della messa a fuoco.

L'OCCHIO PRESBITE

In condizioni di normalità, per mettere nettamente a fuoco alle varie distanze d’osservazione, è necessario accomodare: più si avvicina un oggetto e maggiore è la quantità di messa a fuoco richiesta, per una visione precisa; invece, in età tipica di questo disturbo, l’occhio perde tale capacità.

Per correggere l’ipermetropia ci sono diverse soluzioni, strettamente legate alle diverse tipologie di lenti oftalmiche utilizzabili: monofocali, bifocali, a profondità di campo, multifocali; la compensazione della presbiopia si effettua addizionando alla correzione abituale per lontano una lente positiva, che permette la messa a fuoco ad una distanza ben definita.